I problemi frequenti di W3 Total Cache

By 23 ottobre 2016Wordpress

Negli ultimi mesi mi sono ritrovato spesso in situazioni in cui mi si chiedeva di “aggiustare un problema al mio sito web con WordPress“. Non è un problema per me, anzi, sono sempre disponibile per ciò, anche gratuitamente.

Il problema però è che in questi siti web vi è un singolo plugin che secondo l’autore dovrebbe “aumentare le prestazioni del tuo sito web!” e invece crea non pochi problemi. Sto parlando ovviamente di W3 Total Cache.

L’obiettivo di questo plugin è evitare i mal di testa con configurazioni di CDN, Minificazione del codice e compilazione del file .htaccess. Devo dire che riesce in ciò eh, anzi, lo consiglio comunque come plugin da usare… ma solo per grandi progetti. Non per coloro che ora avviano la propria vita digitale. Tranquilli, ora spiego il perché.

I problemi causati da W3 Total Cache

Questo plugin, come detto in precedenza, è davvero ottimo se non fosse che richiede un’ingente quantità di risorse. È un plugin che ne contiene TANTI altri: Dal “minify” alla CDN “Cloudflare” alla “Abilitazione e gestione della Cache”. Su progetti ENORMI, con server dedicati davvero prestanti non vi è alcun tipo di problema, ma su hosting condivisi con temi non personalizzati, sì.

Per quanto gli hosting provider si ostinino a dire di fornire “traffico illimitato”, ovviamente un limite c’è ed è alla sorgente. Se ti erogo 2000 l di acqua al mese e ti dico che puoi prendere quanta acqua vuoi… beh, puoi anche tenere aperto il rubinetto 24h su 24, sempre 2000 l prendi!

Questo forse molti ancora non lo hanno capito. Ecco perché, nel nostro caso, abbiamo un  bel po’ di problemi: Il plugin non ha abbastanza acqua per dissetarsi, quindi crea problemi a non finire.

Dashboard (o Pannello d’Amministrazione) di WordPress LENTO

Uno dei problemi che mi capitano più spesso, è il classico “pannello LENTO” di WordPress.

“Eh, prima era velocissimo! Poi all’improvviso è diventato lentissimo!”. E ci credo, stai usando tutta l’acqua a disposizione e ne vuoi ancora!

Personalmente, quando mi capitano queste situazioni, la prima cosa che faccio è andare a controllare se tra i plugin in uso c’è W3 Total Cache. Nel 100% dei casi (una decina, tranquilli, non sono così famoso 😛 ), c’è proprio questo plugin. Disattivandolo, quindi senza “procedura standard”, il sito web va in down: “Error 403 forbidden“. Perché?

Beh, perché il nostro amico plugin riscrive tutto: URL, cache, sposta il codice… insomma, fa un bel po’ di azioni per ottimizzare il sito web (a proposito, ti consiglio questo splendido articolo di Elegant Theme che spiega come risolvere l’errore 403 forbidden) ed ovviamente lo fa anche muovendo/modificando un po’ di permessi e file htaccess.

Non si apre il menu da mobile, ma solo se non si è loggati

Questo problema mi è capitato pochi giorni fa (da qui è nata l’idea per questo articolo): Un utente, che mi ha conosciuto su uno dei gruppi che frequento, mi ha aggiunto e chiesto se ne capivo qualcosa e se mi era mai capitato un problema simile: Sinceramente no. Ne capisco qualcosa, ma non mi era mai capitato ciò.

Adoro le sfide ed alla fine sono riuscito comunque a risolvere il problema (erano le 3 del mattino) disattivando NON W3 Total Cache (403 forbidden), ma una parte di esso, ovvero la minificazione dei codici Javascript. Il problema credo fosse un’incompatibilità tra il plugin e i permessi su questi file che ne bloccavano l’accesso ai visitatori. Infatti, facendo il login al pannello, il menu tornava a “funzionare”.

EU Cookie Law VS W3 Total cache

Girovagando per il web, ho riscontrato anche questo errore, che a quanto pare è stato risolto con l’aggiornamento del plugin. Quindi altra incompatibilità risolta.

Soluzioni alternative a W3 Total Cache

Se fai parte della schiera di utenti che hanno avuto questi problemi, allora penso ti convenga usare soluzioni alternative ed iniziare a porti le domande giuste. Quindi inizia a disattivare e rimuovere W3 Total cache seguendo la guida di Elegant Themes data prima, poi ricomincia con l’ottimizzazione.

Siti web come GTMetrix e PageSpeed di Google non ti premiano se raggiungi il punteggio massimo. Ti dirò di più: i miei siti web si trovano tra il 70 e l’80 su 100 come punteggio e non è che sono stati bastonati o penalizzati da Google, anzi. Posso vantare 2 anni di servizio senza penalizzazioni da parte di Google Penguin 😛

L’unica cosa di cui ti devi preoccupare per il tuo nuovo sito web è l’esperienza utente e, al massimo, il punteggio su “Pingdom“. Se già raggiungi il punteggio compreso tra 93 e 100, sei già sulla buona strada.

Cosa? Non raggiungi il punteggio? Vediamo quale potrebbe essere il problema!

Se il tuo sito web si carica (cronometro alla mano) in più di 3 secondi, hai un problema reale. Il problema può essere causato da vari fattori:

  • Il server in uso non è adeguato alle visite che ricevi oppure alla grandezza del progetto a cui stai lavorando;
  • Le immagini non sono ottimizzate a dovere o sono troppo grandi. In questo caso potresti usare TinyPNG;
  • Disattivando W3 Total Cache e rimuovendolo completamente, non avrai più i codici di abilitazione della compressione, cache eccetera. Quindi dovrai ottimizzarlo manualmente. Vediamo come.

Per avere un .htaccess ottimizzato, ne ho preparato uno appositamente per te. Personalmente consiglierei di aggiungere un codice alla volta, molte volte la cache crea più danni che altro (su questo sito web fino a poco tempo fa neanche l’avevo attivata eppure era velocissimo, appena ho potenziato il server l’ho fatto).

Il file in questione puoi scaricarlo qui: File .htaccess

Ovviamente i codici vanno DOPO il codice già inserito da Yoast SEO (se lo usi) e PRIMA di “#END WordPress. In caso di problemi, ti invito a segnalarmelo nei commenti, sarò ben lieto di aiutarti.

Alternative valide a W3 Total Cache

Se non sei soddisfatto dei risultati ottenuti e vuoi comunque trovare delle alternative valide a questo plugin, eccone una bella lista proprio per te:

  • WP Super Cache: Il funzionamento è simile a W3TC, ma molti utenti, soprattutto sul codex di WordPress estero, narrano di gloriose gesta avvenute all’attivazione di questo plugin DOPO aver usato proprio W3;
  • JetPack by WordPress.com: Questo è tipo il “tuttofare”. Fornisce statistiche sul tuo sito web, widget e funzionalità per i social (share, commenti eccetera), protegge il blog da spam eccetera, ottimizza le immagini… Insomma, tutto ciò di cui hai bisogno lo trovi in questo plugin;
  • Optimus + Cache Enabler: Questi sono due plugin che potrebbero funzionare insieme tranquillamente (gli sviluppatori consigliano ciò). Il primo ottimizza tutta la parte relativa alle immagini e file media in generale, il secondo gestisce il reparto “caching”;
  • Autoptimize: Plugin capace di gestire la compressione e la minificazione dei file JS, CSS e HTML. Solitamente usato insieme a WP Super Cache.

Come sempre, spero che questo mio lunghissimo articolo possa tornarvi utile. Se avete ulteriori domande, richieste o consigli per migliorare i miei articoli, potete contattarmi oppure scrivere nei commenti.

Ovviamente, per rimanere aggiornato sulle novità riguardanti il mio blog, puoi iscriverti alla newsletter! Tranquillo, non sono rompiscatole 😀

Cliccando su "Iscriviti", accetterai la nostra informativa sulla privacy

Oppure condividilo sui social 🙂

Rating: 5.0. From 1 vote.
Please wait...
Agostino Costantino

About Agostino Costantino

Appassionato di informatica, mi diletto a scrivere articoli utili per i miei lettori.

42 Comments

  • Nicola Ghiro ha detto:

    Ciao Agostino ho un problema proprio con w3-totale-cache: aggiornando a wordpress 4-7 non funziona più nulla…avendo il back-up torno indietro e noto che se disattivo w3 regge wordpress nuovo ma appena disattivo w3 perdo un sacco di cose tra cui non visualizzo più le immagini….come posso fare?

    • Ciao Nicola, il mio consiglio al momento è quello di NON aggiornare a WordPress 4.7. Il motivo è molto semplice: Moltissimi plugin non sono ancora compatibili (tra cui, appunto, W3 Total Cache), di conseguenza l’aggiornamento, al momento creerà più danni di quanti ne risolve.
      Ciò che faccio io con i miei siti web è attendere almeno 2-3 settimane prima di aggiornare.
      In questo modo gli sviluppatori hanno il tempo necessario per aggiornare il proprio prodotto ed io non avrò problemi come il tuo al momento.

      Quindi usa il backup per tornare indietro e quando arriveranno aggiornamenti per W3 Total Cache, allora a quel punto potrai aggiornare anche WordPress.

      Saluti, Agostino

  • Biagio Barraco ha detto:

    Salve,
    Ho istallato il plugin incriminato per ottimizzare le performance del mio sito … Salvo poi a riscontrare una serie di problemi che non so se effettivamente connessi al plugin. Questo quello che è accaduto:
    1 In backend icone della bacheca e media non si vedono … La gestione del tema impossibile;
    2 i contenuti come font di Google, alcune immagini PNG e GIF anche se residenti sul sito, non vengono caricati ricevendo il triste messaggio di script non sicuri sul browser.
    Ho rimosso W3 Total cache ma senza risultato … Eppure pur non essendo un esperto qualcosa mi dice che è lui il responsabile. Attualmente sono tornato WP super cache nella speranza di risolvere in qualche modo magari con l’aiuto di chi è più ferrato in materia.
    Mi scuso per la lunghezza del commernto.

  • Biagio Barraco ha detto:

    Ciao Agostino,
    Si… è stato un errore vero?
    Ho disinstallato tutto rimuovendo i documenti e le cartelle relative seguendo una procedura indicata sul web, ma non è servito a niente 🙁

    • Ciao Biagio,
      non proprio. Dipende dalle esigenze.
      La prima cosa da fare, in questi casi, è attivare il DEBUG di WordPress e controllare ove ci sono problemi. Per farlo, basta entrare tramite ftp nel server e modificare il file “wp-config.php”, verso la riga 80 questa stringa: “define(‘WP_DEBUG’, false);” passando da “false” a “true” e salvando. Ovviamente, entra in modalità di manutenzione con un plugin apposito. Dopo di che, disattiva temporaneamente tutti i plugin (basta rinominare la cartella presente in “root/wp-content/”) e vedi se il problema si risolve (a volte possono entrare in conflitto alcuni plugin). Poi inviami via email i codici di errore che ti appaiono. Fammi sapere.

  • Biagio Barraco ha detto:

    🙂 Agostino, grazie per le info e per l’aiuto.
    Scusami non sono un espertissimo per “disattiva temporaneamente tutti i plugin (basta rinominare la cartella presente in “root/wp-content/”)” intendi rinominare temporaneamente la cartella dei plugin con altro nome qualsiasi? Perdona la mia ingenuità.
    Ti farò sapere!

  • Biagio Barraco ha detto:

    Ciao Agostino,
    non ho ancora provato, alcuni dubbi prima di operare:
    in modalità debug dove leggerò i messaggi di errore?
    Potrebbe la minificazione aver causato una corruzione del tema? è il caso provare il tema di default di wordpress?
    mi permetto di allegare una presentazione per meglio spiegarti il problema.
    http://prezi.com/ljnq4muoqwt9/?utm_campaign=share&utm_medium=copy&rc=ex0share

  • Biagio Barraco ha detto:

    … ancora una cosa, se clicco sulle icone delle immagini non caricate (quelle con il file spezzato) tasto destro apri immagine in altra scheda compare questo messaggio:
    403
    Forbidden

    Access to this resource on the server is denied!

    potrebbe essere un problema al file .htaccess?

    • Inizio a credere ad un problema di permesso delle cartelle. Puoi controllare, tramite Cpanel, i permessi forniti alle cartelle? I permessi per le cartelle solitamente sono impostati su “755”, mentre per i file su “644”. Controlla, inoltre, che il file htaccess sia “pulito” da eventuale codice rilasciato da W3TC (puoi anche inviarmi il file via email, non qui, per evitare problemi di sicurezza.

  • Biagio Barraco ha detto:

    Ho risolto 🙂 in questo modo:
    mi ero fissato che in qualche modo l’installazione di W3 total cache aveva in qualche modo corrotto qualche file dentro la directory del sito, nonostante l’avevo disinstallato in maniera “pulita” seguendo una procedura trovata sul web, non avevo risolto e così l’ho contattata.
    Poco fa ho avuto l’idea di aprire le immagini che non si vedono cliccando sulle icone delle immagini non caricate (quelle con il file spezzato per intenderci) >tasto destro >apri immagine in altra scheda … compare il seguente messaggio:
    403
    Forbidden
    Access to this resource on the server is denied!
    mi chiedo: potrebbe essere un problema al file .htaccess? Così ho trovato una procedura (tra l’altro semplice) per rigenerare il suddetto file e magicamente tutto è andato al suo posto.

    Rimane il fatto che il sito è troppo incasinato da prove e contro prove, installazioni e rimozione di plug in, che quelle attualmente in uso (sono troppe davvero) “mi fanno essere pesante” e dovrei ridurre sostituendone alcune con del codice, ma non sono un esperto e non so farlo.

  • Biagio Barraco ha detto:

    Dimenticavo … un grazie grande per “avermi costretto” a ragionare e per le indicazioni che mi hai dato.

  • chiara ha detto:

    Ciao Agostino,
    a me sta capitando una cosa assurda con W3… dopo il suo ultimo aggiornamento, mi ha sballato tutti i range e così ho deciso di disattivarlo un attimo per vedere al limite se fosse il caso di disinstallarlo. Ora, ho provato a riattivarlo, ma non si riattiva!! come posso risolvere? grazie in anticipo.
    felice giornata
    Chiara

  • chiara ha detto:

    ok…
    ho provato a disattivare e riattivare altre plugin per vedere se fosse un problema di wp e per fortuna le altre si sono riattivate…così ho riprovato e si è riattivato magicamente ma mi compare questo avviso:
    A configuration issue prevents CDN from working: The “Authorization key” and “Replace default hostname with” field(s) cannot be empty.You need to select / create a pull zone. Specify it here.

    cosa signifiica? temo di fare disastri sul sito del cliente… mi puoi aiutare? non sono così “programmatrice”.
    grazie nuovamente

  • chiara ha detto:

    Ciao Agostino,
    non ne ho idea, nel caso, dove la cerco?
    Grazie per la risposta

    • Ciao Chiara, in W3 Total Cache trovi una voce chiamata “CDN”, da lì controlli se vi siano Authorization key o meno nello spazio apposito. In caso, puoi inviarmi uno screenshot via e-mail a info@auxtintech.it 🙂

      • chiara ha detto:

        ciao Agostino, quella voce l’ho disattivata così l’errore è sparito.
        purtroppo il servizio hosting sul quale poggiano i siti del mio cliente, non brilla per assistenza nè per cordialità (infatti il mese prossimo trasferiremo i siti) e quindi mi tocca andare a tentativi, non potendo contare su loro indicazioni a riguardo. anyway, sai darmi una indicazione sulla procedura migliore per rimuovere in sicurezza la plugin così da poterla reinstallare secondo la tua guida (oppure vedrò altri plugin che hai segnalato)? tra i vari aggiornamenti è successo qualcosa, perchè ho punteggi pessimi senza aver variato alcun dato. in internet ci sono tante procedure e non riesco a trovare quella di elegant theme che hai segnalato: trovo solo topics su procedure di istallazione ma non di rimozione
        grazie , felice giornata
        Chiara

        • Ciao Chiara, ottimo. Per quanto concerne i plugin, la procedura standard è entrare in “Plugin —> Plugin installati”, poi cliccare su “Disattiva” e poi su “Elimina”. Dopo aver fatto ciò, non rimane altro che eliminare le cartelle create dal plugin e pulire il database con plugin appositi. Per conoscere tutta la procedura illustrata, ho trovato in rete questo fantastico articolo di WpBeginner (in inglese) —> http://www.wpbeginner.com/beginners-guide/how-to-properly-uninstall-a-wordpress-plugin/ .

          Inoltre, qui trovi tutte le info su come ottimizzare un database di WordPress —> http://www.auxtintech.it/ottimizzare-database-wordpress/

          P.S. Per l’aggiornamento e relative “assenze” di ottimizzazioni, mi vien da pensare che il tuo cliente usi Yoast SEO per l’accesso ai file .htaccess e Robots.txt. Quando si aggiorna ad una nuova versione di Yoast, a volte capita che il plugin rimuova tutte le istruzioni dal file .htaccess. Se è così, basta andare in “SEO —> Strumenti —> Modifica i file” e nella sezione “file .htaccess” aggiungere di nuovo le istruzioni di compressione, cache e quant’altro (così ti togli dalle scatole W3 Total Cache e fai tutto manuale). Per le istruzioni da poter inserire, ho fatto una guida che puoi trovare qui —> http://www.auxtintech.it/ottimizzare-un-sito-web-wordpress/

          Spero di esserti stato utile, buona giornata e, soprattutto, buon lavoro ^_^

          Per sicurezza, quindi per evitare un qualsivoglia problema, prima di disinstallare/modificare qualsiasi cosa inerente al sito, si fa un backup che sia manuale o automatico.

  • chiara ha detto:

    Sei fantastico!
    Grazie di cuore.
    Grazie per la procedura, avevo letto che per disinstallare w3 nonbastava la procedura standard, infatti già ti dissi che non mi si riattivava più! maledetta!
    Si abbiamo Yoast ;.)
    un abbraccio e ti aggiorno
    felice giornata intanto e felice lavoro a te

    • Figurati! Confermo comunque che per W3 Total Cache non bastava quella standard, ma dovrebbero essere rimosse anche le info in .htaccess e ripristinare i file CSS, JS, HTML in caso di minificazione. Attendo tue notizie comunque, buon lavoro e buona giornata ^_^

  • chiara ha detto:

    Ciao Agostino, ti aggiorno circa le plugin di ottimizzazione così da contraccambiare in qualche modo della tua disponibilità e gentilezza!
    segnalo che c’è un un conflitto tra il tema divi di elegantthemes e le plugin:
    . w3 total cache
    . Autoptimize
    dopo l’ultimo aggiornamento del tema e di wp.
    questo non permette a volte la visualizzazione di parti del sito (di solito portfolio e blog) e un pesante decremento di punteggio su google speed test
    (attualmente sto portando avanti due siti: promozionearredamenti.com e ronchisrl.com: per quest’ultimo, sul quale è attivo w3, dopo ultimo aggiornamento sono passata da mobile 99/100 e web 91/100, a mobile 61/100 e web 63/100 ; per promozionearredamenti.com non ho ancora attivato plugin ora aspetto loro risposte).
    autoptimize l’ho provato ieri sera sul mio sito chinoweb.net dove ho caricato il tema divi e sistemato velocemente il tutto giusto per testare, e se attivo la plugin, mi spariscono le immagini del portfolio!
    ora ho scritto al team e ti aggiorno appena mi rispondono!
    felice giornata
    Chiara

    • Ciao Chiara, per quanto concerne la compatibilità tra Autoptimize e W3 Total Cache, posso dirti che entrambi sono compatibili SOLO se in W3TC non è attiva la minificazione. Per quanto concerne invece la compatibilità tra Divi e Autoptimize, attendo risposta. Gli sviluppatori stanno rilasciando un bel po’ di aggiornamenti per Divi e contano molto su questo prodotto, è strano che non abbiano ancora lavorato per le compatibilità con questo plugin.
      Fammi sapere appena ti rispondono, sono curioso!
      Saluti,
      Agostino

  • chiara ha detto:

    Ciao Agostino,
    non le sto usando insieme. le sto usando una su un sito e una sull’altro, ed entrambi i siti hanno tema divi.
    intanto mi hanno detto di pulire la cache del plugin! ahahah…ma avevo già fatto..attendo altre soluzioni
    certo che ti aggiorno!
    felice giornata

  • chiara ha detto:

    ciao Agostino,
    ti posto l’ultima risposta data dal team di eleghantheme che proverò a mettere in pratica sul mio sito seguendo i tre link che mi ha segnalato perchè le operazioni che mi ha indicato sotto le avevo già tutte valutate e/o effettuate e comunque il w3 non volevo più istallarlo.
    ******************
    Hi, here is a list of articles that might help you:

    How To Improve Your Google Page Speed Score (https://www.elegantthemes.com/blog/tips-tricks/how-to-improve-your-google-page-speed-score)

    Optimize Your WordPress Website Using These Simple Tips (https://www.elegantthemes.com/blog/tips-tricks/optimize-your-wordpress-website)

    Dramatically Improve Your WordPress Loading Speeds With These Simple Tips (https://www.elegantthemes.com/blog/resources/dramatically-improve-your-wordpress-loading-speeds)

    You will find information about how to deal render-blocking JavaScript and CSS, also Divi is 100% with W3Total Cache plugin, I’m using it on all my clients website without any issue.

    Please take your time an browse those articles, the fact that google speed starts to show those low scores is just a coincidence that happen after you update your theme.

    Also checking your website with Google speed tool I see for example on desktop, it recommends you that you optimize your images – images that have nothing to do with the fact that you are using Divi / or with the fact that you have updated Divi.

    Please let me know how it goes.

    Thank you in advance
    Best Regards.
    ***************************************

    per il mio cliente invece ho risolto combinando 3 plugin:
    Async Java Script + Autopmize + SpeedUp- Java Script to footer.
    il sito del mio cliente su pingdom ha : Pg A 96 – Lt 1.35 seconds e 39 request testato a Stoccolma
    Su page speed ha web 92/100 mentre mobile siamo sugli 80-81/100. sono dati che variano in continuazione.

    Ma posso ritenermi soddisfatta. ora voglio addentrarmi nel mondo del CDN. E’ bellissimo il nostro mestiere! cerchi per una soluzione e scopri ogni volta risorse nuove e intriganti per migliorare sempre più la qualità dei servizi che fornisci!!
    bello!!!

    grazie ancora per il tuo prezioso supporto. penso che ci ritroveremo qui qualche volta…ho altri 4 siti da fare per questo cliente! ahahahaha.
    un abbraccio e buon proseguimento

    Chiara

    • WOW! Uno dei commenti più belli mai ricevuti su questo blog. Ti ringrazio di cuore!
      Non vedo l’ora di poter lavorare con te 😀
      Preparo le modifiche all’articolo e le aggiungo ad esso! Grazie mille per la condivisione! Sei stata davvero preziosa 🙂

      Saluti,
      Agostino

  • chiara ha detto:

    ps: MIA ESPERIENZA CON autopmize (come leggi non mi hanno dato risposte a riguardo), lavora con Divi ma alcune funzionalità lo corrompono e quindi si può usare solo in parte.
    nel particolare nella sezione JS options io ho selezionato solo “Optimize JavaScript Code? “. SE OTTIMIZZO LE ALTRE VOCI, NON MI FA PIU VEDERE PORTFOLIO E SLIDE.
    A riciao

    • Provo ad aggiungere i plugin come alternative. Questi ultimi sono aggiornati? Sono seguiti dagli sviluppatori?

      • chiara ha detto:

        ciao Agostino. si sono aggiornati. oggi però sto riscontrando un problema con autopmize che mi sta salvando la cache sulla directory del sito aumentando l’occupazione dello spazio (il piano hosting prevede solo 500mb) non capisco come sia possibile e non so come risolvere. intanto la disabilito. anche la w3 su un altro sito mi sta creando lo stesso problema. forse c’è una incompatibilità con l’hosting in uso? dove ho attivato queste plugin, accade questo (e sono tre siti). c’è forse la maniera di evitarlo attraverso i settaggi delle plugin che tu sappia?
        grazie. felice giornata

  • chiara ha detto:

    ciao Agostino, intanto per il problema della memorizzazione della cache con w3 (che creava sul server files .log di cache – uno addirittura nel mio caso era di 300 mb!), la soluzione è la seguente:
    General Settings > Debug > Debug Mode
    deselezionare:
    Page Cache
    Database Cache
    Minify
    poi andare tramite ftp ed eliminare i file di log creati, manualmente.

    ora vedo per autopmize…che sudata però!

    ps: sul mio sito invece, che ho w3 istallato su hosting Aruba, il problema non sussiste. con queste plugin vedo che la cache generata non supera i 6 mb…che poi con aruba non ci sono problemi in tal senso dato che lo spazio te lo danno illimitato (anche se poi non è prorpio così, ma questa è un’altra storia;-))

    • Ciao Chiara, ma la debug mode dovrebbe essere attiva solo in caso di problemi… non capisco il motivo per cui fosse attiva.
      Comunque, per quanto concerne cache e simili, preferirò sempre l’istruzione manuale in .htaccess, piuttosto che i plugin 🙂

  • barbara ha detto:

    Ciao Agostino, io ho avuto proprio i problemi che descivi tu con questo wp3 supercache. Io uso supercacher di siteground. Secondo te ci posso abbinare Autoptimize? Grazie!
    Barbara

    • Ciao Barbara, dovrebbe funzionare senza alcun problema. Personalmente, ti consiglierei di fare prima un backup dei file presenti sul tuo sito (sia database che cartelle ecc), poi provare a fare queste operazioni. In questo mood, in caso di problemi con la minificazione (non è detto che debba funzionare, soprattutto con alcuni temi…), puoi tentare il ripristino.

      In caso di problemi, non esitare a contattarmi qui o in privato 🙂
      Saluti,
      Agostino

  • chiara ha detto:

    Ciao Agostino,
    con Autopmize non riesco ad evitare che memorizzi cache sullo spazio hosting. sono riuscita ad evitare che memorizzi cache per i css e i js, ma comunque continua a memorizzare fuori da queste cartelle in una cartella che si è autocreata: cache–>autopmize, dove mi crea tutta una serie di file .php
    leggo che hai scritto che c’è un modo tramite .htaccess per gestire la cache. mi sai dare una indicazione su come risolvere manualmente questo problema?
    grazie in anticipo.
    felice giornata
    Chiara

    • La cache non è altro che questo: cartelle con dei file già “precaricati” che vengono scaricati quando un utente fa il suo primo accesso sul sito web. Al secondo accesso, si caricano proprio quei file che tu vedi come “sconosciuti” 🙂
      Per la risoluzione manuale, qui spiego il tutto: https://goo.gl/xpHFqb

  • chiara ha detto:

    mi ha creato anche un file .htaccess suo, magari è da mettere mano qui? non vorrei sminch*** il sito

  • chiara ha detto:

    scusa ma non ho capito. per disabilitare il salvataggio in locale sullo spazio del cliente della cache generata da Autopmize, cosa devo inserire nel file .htaccess ?
    devo ricopiare il file creato da Autopmize nel file .htaccess di wp così com’è?
    grazie
    felice giornata

    • Non puoi disabilitare il salvataggio in sé della cache (). La cache è proprio una creazione di cartelle precaricate che gli utenti scaricheranno al loro primo accesso al tuo sito web. L’unica cosa che puoi fare è disabilitare i plugin per la cache ed eliminarli. Poi, se comunque vuoi la cache abilitata, utilizzi le istruzioni in .htaccess, fornite anche da me nell’articolo precedentemente linkato 🙂
      Puoi cambiare le cartelle ove sono destinati i file, ma non disabilitare il salvataggio della cache sul tuo hosting provider 🙂

      Saluti,
      Agostino

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi